E' possibile installare D·ENERGY in presenza di un impianto di produzione di energia elettrica come, ad esempio, il fotovoltaico?

Per dare una risposta esaustiva è necessario innanzitutto capire come è stato progettato l'impianto. 


Salvo casi particolari, gli impianti fotovoltaici sono attrezzati da due contatori. 

Il primo detto “di scambio” (tecnicamente contrassegnato dalla sigla "M1") è il contatore principale, che conteggia energia prelevata dalla rete nei momenti in cui c'è una richiesta energetica da parte dell'utenza più elevata di quella trasformata in quel momento dal sole, ed energia immessa in rete, quindi "venduta" perché in eccesso rispetto al fabbisogno energetico dell'abitazione.

Sebbene questo contatore sappia distinguere i due tipi di energia che lo attraversano, tale distinzione viene mostrata solo nelle info del display per effettuare la lettura e per l'invio in remoto al fornitore di energia. 


Il secondo contatore presente nell’impianto è quello di produzione (tecnicamente chiamato "M2"). Essendo questo collegato a monte dell’utenza, conteggerà solo l’energia prodotta.


Il nostro D·ENERGY servendosi del LED metrologico del contatore M1 per effettuare la rilevazione dei consumi, non è in grado di fare una distinzione tra energia immessa e prelevata in quanto il LED lampeggia INDISTINTAMENTE rispetto al verso della corrente che lo attraversa. 


D·ENERGY, dunque, non è adatto ad essere installato su utenze con impianto fotovoltaico in quanto l’utente non avrà modo di distinguere un picco di consumo da una produzione elevata.


Facendo un esempio di funzionamento del D·ENERGY abbinato a DiCE SMART e considerando due estremi, DiCE SMART segnalerà lo stesso colore (ad es. rosso) sia con produzione 0 e consumo elevato, sia con produzione elevata e consumo 0. 



Per scoprire tutte le altre funzioni di DiCE SMART visita la sezione dedicata cliccando qui